La street photography è un genere fotografico che ho sempre amato, un genere che però è molto difficile da fare ai livelli dei grandi fotografi quali Henri Cartier-Bresson, Elliott Erwitt, Andre Kertesz, Walker Evans ecc.

Non si tratta di andare in giro e scattare quasi a caso 500 foto nella speranza di catturare qualcosa di interessante, come fanno molti ma è un genere che richiede un mix di istinto, preparazione, intuizione, abilità e fortuna.

Una frase di Henri Cartier-Bresson credo che riassuma il tutto:
“There is a creative fraction of a second when you are taking a picture. Your eye must see a composition or an expression that life itself offers you, and you must know with intuition when to click the camera. That is the moment the photographer is creative. Oop! The Moment! Once you miss it, it is gone forever…”

Detto questo, penso che parecchi anni fa la strada offriva scenari e oppurtunità molto più interessanti di oggi dove tutto è un po troppo caotico e le persone interagiscono di più con lo smartphone che con gli altri…